Testo audio 21.2 Anand

Senza la testa

Quando ti ritrovi a essere confuso e non sai come risolvere una situazione, smetti di pensare.

Lasciati andare in un profondo spazio di non pensiero e lascia che sia la Guida interiore a condurti.

All’inizio avrai paura, sarai insicuro, ma presto vedendo che ogni volta arrivi alla conclusione corretta, che ogni volta ti ritrovi davanti alla porta giusta, allora il tuo coraggio crescerà e avrai sempre più fiducia.

La saggezza proviene dal cuore, non dall’intelletto.

La saggezza proviene dalla parte più profonda del tuo essere, non dalla testa.

Taglia via la tua testa, resta senza testa e segui il tuo essere comunque e ovunque ti porti.

Anche se ti mette in pericolo, entra in quel pericolo perché quello è il sentiero per te e per la tua crescita.

Attraversando quel pericolo crescerai e diventerai maturo.

Anche se la guida interiore ti porta verso la morte, entraci dentro perché quello è il tuo sentiero.

Seguilo, abbi fiducia e vai avanti.

Sbattere la testa contro il muro non serve, ma lasciarla cadere si.

Sbattere contro il muro: questo è quello che vuole la testa.

É quello che stai facendo da una vita, sbattere la testa, combattere.

Non cercare la lotta, smettila, sii semplicemente senza testa.

Prova a farne una meditazione.

É una delle meditazioni più belle del Tantra.

Cammini e immagini che la testa non c’è più, è rimasto solo il corpo.

Stai seduto e pensi che la testa non c’è più, c’è solo il corpo.

Continua a ricordarti che la testa non c’è.

Visualizzati senza la testa.

Ingrandisci una fotografia dove sei senza la testa. Guardala.

Abbassa lo specchio in bagno così che quando ti guardi non vedi più la testa ma solo il corpo.

Se continui per qualche giorno con questo ricordare, arriveranno un’incredibile leggerezza e un profondo silenzio perché il problema è la testa.

Se solo riesci a concepirti senza la testa… ed è possibile, non c’è alcuna difficoltà, man mano sarai centrato sempre più vicino al cuore.

Fallo in questo momento, visualizzati senza la testa, percepisciti senza la testa e capirai immediatamente di cosa sto parlando.

Non ci sarà alcuna distanza tra le mie parole e la tua comprensione perché è la testa che crea tutta l’incomprensione.

Ma per favore non sbattere la testa contro il muro perché il muro potrebbe non gradire. Magari il muro non è ancora pronto a illuminarsi.

E allora invece che contro il muro sbatti la testa contro il vuoto, e ti ritroverai senza testa.

Essere senza testa è essere meditativi.

Essere completamente senza testa significa raggiungere l’irraggiungibile.

La tua testa è la tua pazzia.

Se riesci a concepirti senza testa, tutta la pazzia scomparirà.

Prova, semplicemente provaci.

É uno dei metodi con il potenziale più grande.

 

Torna indietro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...